/ NEWS
Web Marketing
7 gennaio 2014
Followerwonk: come migliorare il vostro account Twitter

Su Twitter nulla può essere lasciato al caso: partendo dal presupposto che in Italia Twitter non è un social network ancora particolarmente utilizzato (almeno non ai livelli di Facebook), è comunque previsto un aumento del bacino di utenti. Oggi parliamo proprio di questo, ossia di tool utili per capire e sfruttare al meglio questo social media, per far sì che il nostro tweet non si perda e non passi inosservato!

Followerwonk, una app gratuita di Moz (https://followerwonk.com/), è un tool utilissimo per controllare e scoprire chi sono i nostri follower, qual è la loro posizione geografica, in quale momento della giornata sono più attivi, etc.

Followerwonk permette inoltre di controllare il grado di Social Authority di un profilo: chi l’avrebbe mai detto che Justin Bieber ha ben il 100% di punteggio e Barack Obama il 91%?! La Social Authority vi permette non soltanto di sapere il vostro punteggio ma anche (cosa importantissima) quello dei vostri competitor.

Followerwonk

Followerwonk

A questo proposito per avere una panoramica completa dell’andamento del proprio profilo rispetto ai concorrenti è sufficiente inserire i tre nomi che si vogliono controllare e Followerwonk ci restituirà in una unica pagina i risultati della ricerca organizzati in grafici.

Chi sono i vostri follower e quelli dei vostri competitor? Da dove vengono? A che ora sono più attivi? Qual è la loro Social Authority? Quanti follower avete perso e quanti acquistati in un giorno? Queste sono tutte informazioni che ci permettono di migliorare la nostra attività di Twitter e di tracciare un profilo completo dei nostri concorrenti. Cosa aspettate a provarlo?

No Comment 0 , ,

There are 0 comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>